Il Verdicchio: l'oro verde delle Marche

May 24, 2017

Vitigno autoctono delle Marche per eccellenza, legato indissolubilmente alla sua regione, il Verdicchio è considerato da molti esperti il più grande vino bianco italiano. Coltivato nella valle del fiume Esino, sulle dolci colline che dai monti dell’Appennino si adagiano verso il mare, da questo nobile vitigno si ottengono vini di grande spessore e personalità, che possono certamente annoverarsi tra i grandi vini bianchi del mondo.

 

 

 

È un vino capace di essere semplice e complesso allo stesso tempo, grazie alla sua straordinaria freschezza e facilità di beva, accompagnata sempre da un profilo aromatico ampio, struttura, eleganza ed un inconfondibile finale sapido e ammandorlato.

Uno dei suoi migliori pregi è forse la sua grande versatilità, dato che si presta ad ogni tipo di vinificazione, essendo capace di offrire una gamma che può andare dallo spumante al vino passito o muffato, passando per i bianchi vinificati in acciaio o in legno.

 

Conosciuto e apprezzato in tutto il mondo fin dagli anni ’60, grazie alla felice intuizione della bottiglia a forma di anfora, e successivamente decaduto per l’eccessiva produzione che ne compromise in parte la qualità, il Verdicchio, grazie all’impegno e all’intraprendenza di alcuni produttori, è stato capace di resuscitare ed oggi sta vivendo una vera e propria seconda giovinezza, stabilendosi ai vertici qualitativi nazionali. Del resto ha tutte le caratteristiche che non devono mancare ad un grande vino: una precisa identità, una forte riconoscibilità ed una magnifica capacità di evolvere e migliorare nel tempo.​

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Quando l'etichetta è pop. Quattro etichette creative (secondo noi)

February 6, 2019

1/10
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio