Come conservare il vino

September 20, 2017

Come conservare il vino?

Questa è la domanda che qualsiasi appassionato di vino che si rispetti si fa, o almeno dovrebbe.

 

Segui i consigli e le spiegazioni dei docenti della Vinòforum Academy per imparare qual'è il modo giusto per conservare il vino.

 

L'invecchiamento del vino è un'operazione delicata che richiede un certo sforzo e non dovrebbe lasciare nulla al caso.

Indipendentemente dal potenziale di invecchiamento di un vino, la temperatura, la buona umidità e l’oscurità sono fondamentali per non rovinare la propria collezione.

 

 

 

La temperatura ideale di una cantina è compresa tra i 12 e 15 °C. 

Tuttavia, le minime variazioni di temperatura durante l'anno non sono affatto un problema, anzi tenere tutti i tipi di vini ai canonici 12 gradi può rivelarsi un “ingessatura” che può rallentare l’evoluzione per esempio di vini rossi tannici e molto alcolici.

La cosa importante è che le vostre bottiglie di vino non subiscano shock termici.

L'umidità, troppo spesso trascurata, è il parametro più importante nella conservazione dei vini. Più elevata è, più lentamente evolve il vino.

Il livello di umidità ottimale è intorno al 70-75%. 

Se l'umidità è bassa, il danno può manifestarsi con la secchezza del tappo e rischio di ossidazione del vino.
Certo è che un’eccessiva umidità può rovinare le etichette delle bottiglie: la giusta soluzione è qualche centimetro di pellicola trasparente per proteggerle efficacemente anche per un decennio e oltre.

Il vino è una bevanda incredibile, può essere conservata per molti anni e migliorare in qualità; tuttavia, alcuni "raggi" di luce possono rivelarsi un nemico mortale e influenzare negativamente questo liquido apparentemente stabile.

Ecco perché anche l'oscurità è essenziale per conservare il vino. Il vino bianco, ad esempio, in caso di esposizione prolungata ai raggi UV può prendere quello che in gergo tecnico viene chiamato "gusto luce": un decadimento aromatico e organolettico. 

Altro elemento importante, l’assenza di vibrazioni. Sul concetto di vibrazione bisogna intendersi: è vero che ogni vibrazione è un rumore, e che ogni rumore è una vibrazione, ma se il locale che avete prescelto confina con la linea della metropolitana, in questo caso conviene scegliere un altro luogo.

Bottiglia sdraiata o in piedi? La risposta sembra ovvia: sdraiata, perché la bottiglia sdraiata mantiene il tappo elastico. Eppure, se la cantina è molto umida, è curioso osservare come questa variabile sia secondaria e diventi soprattutto una questione di razionalizzazione dello spazio.

 

 

Quanto agli odori estranei sono assolutamente da evitare!

No a vernici, solventi, sostanze chimiche in genere nei pressi delle bottiglie.

Un ottima alternativa, in mancanza di un luogo dedicato alla conservazione dei vini, sono le cantine per appartamento. Molte marche offrono questo prodotto, con capacità e design accattivanti, che le rendono dei veri e propri oggetti d'arredamento.

 

Un’altra soluzione interessante è il noleggio. L'affitto di una cantina può avere alcuni vantaggi, come ad esempio la consegna a domicilio di bottiglie o la gestione delle scorte, ma di sicuro non è il metodo più economico per conservare il vostro vino.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Quando l'etichetta è pop. Quattro etichette creative (secondo noi)

February 6, 2019

1/10
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio