L'Aglianico del Vulcano

January 31, 2019

A poca distanza da Matera, designata Capitale della Cultura 2019, si trova un territorio estremamente vocato alla viticoltura, ma ancora troppo poco conosciuto: il Vulture. Una meta perfetta per un fine settimana alla ricerca di rossi importanti. L’Aglianico del Vulture è il frutto di questa terra vulcanica, patria di cantine prestigiose e rurali allo stesso tempo.

 

Il Barolo del Sud, chiamato così per la sua struttura importante e la raffinatezza delle sue caratteristiche, ha ricevuto la Doc nel 1971 e la Docg nel 2010.

 

L’aglianico lucano ha struttura potente, tannini setosi, con uno spettro molto ampio di profumi. Dai piccoli frutti rossi, ciliegia, mora, alle note fumè e cinerine, dagli scuri sentori di prugne alla liquirizia, fino a profumi di carruba e sottobosco.

 

Nelle sue interpretazioni migliori l’Aglianico del Vulture conserva tutta la freschezza dei vini da lungo invecchiamento bilanciata da un calore avvolgente e una buona morbidezza.

Tra le cantine di maggior fama, non potete non visitare le aziende Basilisco, D’Angelo, Cantine del Notaio e quella di Elena Fucci.

 

Se deciderete di avventurarvi in questa terra dai paesaggi onirici, dai colori chiari e solo a tratti verdeggiante, dirigetevi a Venosa, potrete ammirare i siti archeologici di epoca romana e le terme; e non perdete Acerenza, borgo arroccato su una rupe tufacea con la sua cattedrale dell’anno 1000.

La Lucania è terra di piatti succulenti, perfetti da abbinare all’Aglianico: lagane e ceci, le tipiche tagliatelle di grano duro, i tradizionali “U cutturidd”, carne d’agnello o pecora a pezzi in umido condita con pomodori, peperoncino piccante e lardo, lampascioni fritti, caciocavallo podolico, soppressata e i tipici peperoni cruschi.

Non resta che partire ed immergersi nell’atmosfera arcaica di questa regione antica e suggestiva.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Quando l'etichetta è pop. Quattro etichette creative (secondo noi)

February 6, 2019

1/10
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag