Sotto l'ombrellone: consigli per un corretto "non" abbinamento

August 2, 2017

 

Vacanze da tutto, dal lavoro, dalle persone moleste e dalle norme.

 

E per norme intendiamo proprio tutte le regole, anche quelle dell’abbinamento cibo-vino che in questo periodo dell’anno suonano come un consiglio non richiesto. 

 

Al bando dunque i forsennati del “con questo ci va quello e bla bla bla”, state lontani dalle loro mete estive. 

 

Provate invece a sperimentare senza costrizioni, anche perché al mare si mangiano cibi leggeri e… voglia di cucinare saltami addosso. 

Crudité, insalate e frutta come se piovesse. Se non ne potete più dell’acqua minerale, se siete un po’ troppo cresciuti per le bibite zuccherine e la birra vi fa andare troppo spesso alla toilette, allora resta il vino.

 

Abbinatelo senza paura, non è un esame e i puristi della materia sono in vacanza dai parenti che versano loro un Chianti classico sugli spaghetti con le telline.

Con il malcelato obiettivo di liberarsi dal congiunto irritante. 

 

Non avete quindi motivo di rinunciare a insalate e frutta o ad un buon bicchiere di vino, sempre che usiate dei piccoli accorgimenti che aiutino l’accordo. 

Le insalate non sono più un contorno da quando la linea è diventata un chiodo fisso, quindi trattatele come un piatto unico. Abbondate con uova, tonno, olive, legumi, latticini o tartare nelle vostre insalate e limitate le verdure crude e i condimenti acidi (succo di limone, aceto), che cozzano con il vostro bicchiere di vino. La consistenza e il sapore dei vostri ingredienti devono avvicinare il piatto al vino e non spaventarlo come farebbe una foglia di lattuga. 

 

 

Un’insalata ricca con ingredienti gustosi può essere abbinata ad un Sauvignon, uno Chardonnay. Un Riesling è ideale se avete abbondato con la frutta secca. 

 

Perfetti sono Prosecco, Chardonnay o Moscato se il vostro piatto è ricco di frutta fresca come pera, uva o mele, scegliete un Verdicchio con le verdure grigliate, con il tonno o con i frutti di mare, un Riesling più maturo se non avete lesinato sui funghi, un Franciacorta con la mozzarella o se siete degli appassionati di crostini.

 

La vostra insalata non sarà dietetica, ma l’abbinamento è salvo. 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Quando l'etichetta è pop. Quattro etichette creative (secondo noi)

February 6, 2019

1/10
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio