Il Primitivo in 10 righe

Rosso rubino intenso che assume sfumature violacee ed arancioni con l’invecchiamento. Generoso di sentori speziati, frutti di bosco e tabacco con un sapore pieno, gradevole e spesso vellutato. Il Primitivo, che deriva il suo nome dalla precocità della sua maturazione, è un vino franco, come la Puglia di cui è quasi un simbolo. Allevato pittorescamente ad alberello, ama il mare e la macchia mediterranea.

Il Primitivo ama il mare e la macchia mediterranea

Di origini probabilmente croate, ha trovato nella Murgia e nella provincia di Taranto il suo habitat d’elezione, anche grazie all’intervento meticoloso dei monaci benedettini e basiliani del territorio di Gioia del Colle che nel medioevo preservarono tale vitigno dall’oblio. A metà Ottocento il Primitivo, in cerca di fortuna, emigra in California, dove si fa chiamare Zinfandel.