La Vernaccia di Oristano in 10 righe

La Vernaccia di Oristano è, tra i vitigni a bacca bianca, simbolo e orgoglio dell'enologia sarda

Botti per la produzione di Vernaccia di Oristano

Proveniente, con molta probabilità, da un miglioramento dei vitigni locali, la Vernaccia di Oristano è un vino aristocratico, senza regole e senza tempo, dal colore giallo dorato e brillante, spesso ambrato,

La sua peculiarità enologica è l'affinamento in botti di castagno o di rovere lasciate scolme (circa 10-20%) per favorire una parziale ossidazione. Il metabolismo dei lieviti residui, che formano un velo detto “flor”, favorisce poi lo sviluppo dei tipici profumi mandorlati della Vernaccia di Oristano.

Flor che protegge la Vernaccia di Oristano dall'ossidazione

Caratterizzato da numerose sfumature odorose difrutta e fiori secchi, cannella, miele e da una frequente nota salmastra, è un vino principalmente da dessert e da meditazione, La gradazione alcolica è robusta: quella minima è di 15 gradi ma nelle versioni liquoroso dolce e secco arriva anche a 18.

Vernaccia di Oristano con pecorino sardo

In terra d'origine accompagna cibi dal sapore piccante come la bottarga o la tipica merca di muggine (pesce lessato in acqua salata e avvolto in foglie di erba palustre), ma si può anche sperimentare l'abbinamento con un fiore sardo stagionato.

#vernacciadioristano #vinidisardegna

Post in evidenza